0

Scoperto un potenziale trattamento per un tumore dell’occhio

Una nuova ricerca condotta da un team di diversi scienziati ha  dimostrato che uno specifico segmento di RNA potrebbe svolgere un ruolo chiave nella crescita di un tipo di tumore maligno dell’occhio tipico dell’infanzia chiamato retinoblastoma. Il tumore è associato alle mutazioni di una proteina chiamata Rb, o proteina retinoblastoma. La Rb disfunzionale è anche coinvolta con altri tipi di tumori, tra cui quello ai polmoni, al cervello, alla mammella e alle ossa.

Il loro lavoro, che sarà l’articolo di copertina del numero del 15 agosto Genes & Development, potrebbe tradursi in un nuovo target terapeutico per il trattamento di questa forma rara di cancro e  potenzialmente anche di altri tumori. I microRNA sono  brevi e singoli filamenti di materiale genetico che si legano ai  filamenti più lunghi di RNA messaggero – che è il corriere che porta il codice genetico dal DNA nel nucleo di ribosoma della cellula, dove viene tradotto in proteina. Questa attività permette al microRNA di mettere a tacere l’espressione dei geni selezionati in modo mirato. Le versioni abnormi di microRNA sono stati implicate nella crescita di diversi tipi di cancro.

Lo studio, del Carnegie, di Karina Conkrite, Maggie Sundby e DavidMacPherson – così come degli autori di altre istituzioni – si concentra su un gruppo di microRNA chiamato miR-17 ~ 92. Recenti ricerche hanno dimostrato che le versioni aberranti di questo gruppo sono coinvolte nell’impedire alle cellule pre-cancerose di morire e  consentendo loro di proliferare nei tumori. Lavori precedenti hanno dimostrato che miR-17 ~ 92 può essere coinvolto nella sopravvivenza delle cellule di linfoma e della leucemia, riducendo i livelli di un soppressore della proteina del tumore chiamata PTEN. La nuova ricerca del team ha dimostrato che miR-17 ~ 92 può anche essere coinvolto nel retinoblastoma, anche se non agisce nello stesso modo, attraverso la proteina PTEN, come avviene in altri tipi di tumori. Piuttosto, miR-17 ~ 92 contribuisce ad aiutare le cellule che non hanno il soppressore della  proteina del tumore Rb a proliferare. In primo luogo la squadra ha dimostrato che miR-17 ~ 92 è presente in quantità maggiori in tutte i retinoblastomi umani esaminati e in qualche  retinoblastoma di topo.

Gli autori hanno fatto in maniera che  i topi di esprimessero alti livelli di miR-17 ~ 92 nella retina. Quando accoppiato con l’ inattivazione dei membri della famiglia Rb, espressione di miR-17 ~ 92, esso ha portato al retinoblastoma estremamente rapido e aggressivo. Poi hanno mostrato che questa abbondanza di miR-17 ~ 92 aiuta a sopprimere un inibitore della proliferazione, chiamato p21Cip1,che dovrebbe compensare la perdita di Rb.

“Questi risultati – che dimostrano come miR-17 ~ 92 supera i tentativi della cellula di compensare la perdita di Rb – potrebbe essere simile in altri tipi di tumori”, ha detto MacPherson.”Questo gruppo di microRNA potrebbe rappresentare un nuovo bersaglio terapeutico per il trattamento di tumori causati da carenza di Rb.


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Ricerca & Scienza

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.