0

I tumori si sarebbero evoluti in specie autonome

I malati di cancro possono considerare i loro tumori come parassiti nei loro corpi, ma questo è più che una metafora per Peter Duesberg, professore di biologia molecolare e cellulare presso la University of California, Berkeley. “I tumori cancerosi sono organismi parassitari”, ha detto, “ognuno è una nuova specie che, come la maggior parte dei parassiti, dipende dal suo ospite per il cibo, ma opera in modo indipendente  e spesso a scapito del suo ospite.”

In un articolo pubblicato nel numero del 1° luglio della  rivista Cell Cycle, Duesberg e  colleghi descrivono la loro teoria: la carcinogenesi – la generazione di cancro – è solo un’altra forma di speciazione, l’evoluzione di nuove specie. Il biologo molecolare ha creduto a lungo che il cancro derivasse da perturbazioni dei cromosomi piuttosto che da una manciata di mutazioni del gene, che è la teoria dominante di oggi. Questa idea ha portato a proporre che i tumori hanno effettivamente sviluppato nuovi cariotipi cromosomici che li qualificano come specie autonoma, simile ai parassiti e molto diversi dai loro ospiti umani. “Il cancro è paragonabile per complessità ad un ambiente  batterico, ma del tutto autonomo, cioè, non dipende da altre cellule per la sopravvivenza, ma non segue un ordine, come le altre cellule del corpo, e può crescere, dove, quando e come vuole “, ha detto Duesberg. “Questo è quello che sono le specie autonome.”

Questo nuovo modo di considerare   il cancro potrebbe produrre una nuova comprensione e valutazione della crescita e delle metastasi del cancro, ha detto Duesberg, e forse portare anche a nuovi approcci alla terapia o a nuovi bersagli farmacologici. Inoltre, poiché i cromosomi interrotti dei tumori  che si sono recentemente evoluti,  sono visibili al microscopio, può essere possibile rilevare i tumori in precedenza, proprio come il Pap test di oggi, che si basa sui cambiamenti nelle forme delle cellule cervicali come indicazione di problemi cromosomici che potrebbero portare al tumore della cervice uterina.


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Ricerca & Scienza

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.