0

Ecco “VFTS 102” la stella più veloce mai identificata

Stella più veloce mai identificata

Raffigurazione della VFTS 102, la stella più veloce tra quelle fino ad ora identificate.

Dista 160 mila anni luce da noi, ben 440 in meno del pianeta simile alla terra kepler-22B, ma pur sempre 160 mila. Brilla 100 mila volte più del sole del quale è circa 8 volte più pesante e sopratutto, sottolinea l’European Souther Observatory, è la stella che ruota più velocemente tra quelle scoperte vantando circa 2 milioni di chilometri orari, traducibili in 600 al secondo.

Tuttavia annuncia Matteo Cantiello, astrofisco nonché autore della scoperta: “Se si escludono le pulsar, VFTS 102 ruota anche più velocemente di tutte le altre stelle conosciute nell’universo”.

La stella è stata soprannominata VFTS 102 ed appartiene alla formazione stellare soprannominata Tarantula Nebula contenuta nella Grande nebulosa di Magellano. Per lo studio è stato utilizzato il Telescopio dell’Eso Very Large dislocato in Cile e ritenuto tra i telescopi astronomici più potenti al mondo.

La teoria formulata da Cantiello ipotizzerebbe le motivazioni dell’alta velocità di VFTS 102. Nello specifico si tratterebbe di una specie di “danza cosmica” – stando alla definizione da lui suggerita – che vedrebbe due astri riversarsi in maniera omogenea accrescendone, come risultato, drasticamente la velocità.

Inoltre le ricerche in merito continueranno e, come suggerisce Cantiello: “Le peculiarità di questa stella   portano ad ipotizzare che la sua “morte” sarà un processo straordinario e scenografico: VFTS 102 potrebbe non trasformarsi in una semplice supernova, come invece accade di solito, ma estinguersi esplodendo in un lampo di raggi gamma.


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Ricerca & Scienza, Spazio

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2011 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.