0

Che cos’è un quasar?

Il quasar è un nucleo galattico al centro del quale è presente un enorme buco nero che irradia un’immensa quantità di energia maggiore di quella emessa da tutte le stelle galassie insieme. Sono corpi celesti situati ai confini dell’Universo conosciuto, nonché l’oggetto più luminoso del cosmo: il telescopio spaziale Hubble, l’HST, ha fotografato due oggetti estremamente luminosi, visibili in questa immagine; basti pensare che l’oggetto a destra è una stella che dista dalla Terra un centinaio di anni luce, mentre quello a sinistra è un quasar che dista, dal nostro sistema solare, 9 miliardi di anni luce. Il primo Quasar, notato come una potente sorgente di onde radio, venne identificato come 3C 273 ma gli astronomi non sapevano di cosa si trattasse in realtà; poteva essere forse una stella appartenente alla clsse spettrale O, le più luminose e le più calde ma le stelle solitamente non emettono onde radio, perciò fu definita radio-sorgente quasi stellare. Da qui il termine Quasar.

Le “quasi-stellar radio source” sono enormi buchi neri, la cui massa varia da 1 milione ad 1 miliardo di masse solari, che divorano enormi quantità di gas galattico emettendo un’immensa quantità di energia. Tuttavia buchi neri sono dei corpi celesti con una velocità di fuga maggiore della velocità della luce e, di conseguenza, non dovrebbero emettere energia. Affermando allora che un oggetto luminosissimo, quale il quasar, sia alimentato da un buco nero sembra una pesante contraddizione.

In realtà quando una massa gassosa oltrepassa l’orizzonte degli eventi viene compressa ed al tempo stesso, ruotando, friziona su se stesso aumentando la propria temperatura di milioni di gradi e liberando energia.

I Quasar si trovano in specifiche regioni dello spazio, ovvero in corrispondenza di un enorme buco nero e, al tempo stesso, in presenza di una grande quantità di massa gassosa. Al centro della Via Lattea esiste un buco nero il quale, però, non potrà mai alimentare un Quasar a causa della scarsa presenza di gas galattico. Fra circa 5 miliardi di anni, quando la Via Lattea colliderà con la vicina Galassia di Andromeda, al centro di quest’ultima si genererà un quasar. I quasar emettono un getto, il cosiddetto getto astronomico; le particelle cariche vengono catturate dal potente campo magnetico del buco nero e,  in fase di rotazione vengono scagliate verso l’alto.

Giorgio Martella


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Ricerca & Scienza, Spazio

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.