0

Astra inclinant: la nostra buona stella

Esisteva un tempo in cui l’umanità viveva nella convinzione assoluta che il Sole girasse intorno alla Terra e non al contrario. Teoria difesa, a quanto narrano gli storici annali, persino con la privazione degli occhi di Galileo, nell’alternanza ricorrente tra Scienza ed Eresia come venne definita allora erroneamente ma in buona fede, la concezione post_Tolemaica. Qual è ora per allora soggettivamente ed oggettivamente un esaustivo significato e contenuto della parola Scienza? Esiste una o più definizioni per definire la parola Scienza? Davvero un affascinante ma fondamentale quesito che per millenni ha unito e diviso intelletto e spirito umano, fede, dogma, ricerca, metodo e coscienza.

Quando osserviamo con occhi a-preconcettuali tutti gli elementi costitutivi dell’universo, uomo compreso,uniti in un rapporto indissolubile cosmo_uomo e uomo_cosmo, non possiamo certo fare meno di notare tutta la serie infinita di differenziate reciproche influenze esistenti necessarie ad assicurare un ritmo equilibrato al nostro conosciuto universo nel quale avvicendarsi di stagioni o ritmi circadiani sono perfetto esempio. In una visione ego sintonica, l’uomo nella sua profonda interiorità, si presenta così conforme a due modalità di espressione energetica differenti.

La prima deriva da intima connessione con il fluire dei cinque elementi basici cosmici e terreni denominati: Terra, Aria, Acqua, Fuoco ed Etere; la seconda modalità contempla eventi esteriori associati alla natura che esercitano effetti disgreganti quasi a ricordo della sostanziale caducità della nostra esistenza simbolicamente tradotta nella mortalità del corpo fisico. La natura mortale del fisico umano viene influenzata e plasmata sin dal momento della nostra venuta al mondo da circolazioni di flussi energetici provenienti dai mutamenti sinergici in costante divenire di forme mutevoli tra volta celeste e globo terrestre. Allora, se cosi fosse, il termine astrologia potrebbe richiamarsi in assonanza al termine scienza nel senso di studio ed analisi delle reazioni dell’uomo ai multiformi stimoli ed allineamenti naturali e planetari.

La pura osservazione non entra cosi nel merito di alcun significato di indulgenza o ostilità nei confronti dell’uomo,ma nel puro studio sull’effetto tra irradiazioni cosmiche positive o negative rilevando con metodo e specificità, lavoro costante di ricerca,la relazione tra uomo e leggi universali, nell’ottica della ricerca di possibili eventuali azioni ri_equilibratrici.I raggi cosmici nel giorno e nell’ora della nostra personale nascita in armonia  logo_matematica con il nostro ritmo universale si rifletteranno nello specchio aderente del passato e del futuro con linguaggio logaritmico stellare.

I corpi celesti e le posizioni astrali quindi,con loro meta-linguaggio,comunicano a coloro che sono in grado di comprendere significati,senso e contenuti vitali. L’’uomo,d’altro canto,ha potere di autodeterminazione,di agire per migliorare la propria esistenza,attraverso buone azioni,pratica di vita corretta e cura del proprio corpo. Un uomo saggio ed evoluto si dice che possa così dominare ed inclinare se stesso all’armonia planetaria e stellare. L’astrologia è senza dubbio alcuno di smentita,in qualità di reale storia del mondo,una delle più antiche scienze della evoluzione umana,forse la madre di tutte le scienze a detta di molti scienziati. Nel passato,l’interpretazione dei fenomeni naturali e vicende umane,compresa l’insorgenza di alcune malattie era sempre connessa all’osservazione del firmamento.

I Caldei considerati da molti i padri dell’astrologia ritenevano che vi fosse  corrispondenza millimetrica oggi nanometrica,tra macrocosmo e microcosmo e a tutto ciò che accadeva sulla terra corrispondeva un avvenimento celeste o una malattia considerata chiara disarmonia tra corpo fisico e influenze cosmiche. In Egitto la casta sacerdotale depositaria delle conoscenze scientifiche e tecniche annoverava tra i suoi sacerdoti,eccelsi astronomi,astrologi e medici in grado di diagnosticare malattie e pianificarne le cure. Così,prima di giungere alle successive intuizioni mediche della Scuola Salernitana ecco nascere la teoria umorale di Ippocrate sul cui assunto non a caso giurano anche oggi e sempre i Medici ricordando anche Galeno con la sua dottrina basata sulla conoscenza dei Quattro Umori;primo tentativo nella storia della medicina occidentale di spiegare il nascere delle malattie in relazione ai diversi tipi di temperamento umano osservando i fenomeni naturali.

Questa teoria unificava la concezione fisica dei quattro elementi fondamentali Aria-Acqua-Terra-Fuoco,con una nuova,originale ottica medica non più caratterizzata da concezioni superstiziose,magiche _religiose,ma sulla base di fenomeni realmente osservabili in natura. L’astrologia medica pertanto utilizza con positiva considerazione e vero rispetto assoluto per la medicina ufficiale anche i dati di nascita,l’ora esatta e posizione stellare nell’anamnesi di un paziente per prevenire malattie ricavando quadri informativi sulla costituzione ed eventuali predisposizioni patologiche del soggetto. La potenzialità utilizzabili sono invero interessanti ed adiuvanti nel tratteggiare aspetti psicologici generali della persona;nella studio delle eziologie ricorrenti delle affezioni psicosomatiche insorgenti,nelle ciclicità considerate e di alcuni fattori medici anamnestici tradizionali,ambientali,ereditari,genetici. Nessuna contrapposizione quindi,tra Scienza e Micro_Macrocosmo ma solo una riscoperta continua e piena di Fede,colma di ammirazione per l’assoluta bellezza del Complessivo Disegno Amorevole Universale.

 Dott. Fkt. Francesco Alessandro Squillino

 

Nel testo del brano musicale “Zodiaco” tratto dal CD “I Cancelli del Cielo” Ed. Ricordi

un suggestivo esempio di sintesi tra persona e carattere associato ad una realtà cosmica e stellare

Zodiaco

Giorni degli Arieti che con colpi decisi abbattono pareti

e continuano a dire la parole d’amore mentre dentro si muore.

Il Sangue è tutto d’oro nell’arena combatte un altro Toro

poi  la gente si alza e grida forte per coprire la Morte.

Vengono Gemelli che si tengono

per mano e nei capelli

hanno il fresco di una sera che si muove leggera……

Se ti afferra un Granchio con le sue misteriose nudità

ti farà navigare,navigare nell’amore senza dire parole

Il giorno è del Leone pigramente dsteso un po’ più

in là che si mangia i ricordi però la forza ti dà

La Vergine è smarrita ma contiene i misteri di una vita

  Sulla guance le ombre del pudore riscaldate dal sole

Se la tua mano è stanca e nel vento si muove una Bilancia

 oscillando tra il buio il male il bene tra canzoni e sirene

Centro senza nome e nel mezzo siede uno Scorpione

che combatte con il fiume e con le piene

annodando stretto le sue catene

Corre il calendario ecco arriva il Sagittario metà uomo metà poesia

è molto dolce la sua pazzia

La strada è quella del ritorno ostinato e deciso un Capricorno

 al telefono ride soddisfatto ha concluso il suo patto

E siccome il mondo è vario rotoliamo nell’era dell’Acquario e

scriviamo le frasi sopra al muro e ci inventiamo il futuro

Intento ridi e cresci e nell’amore entri ed esci universo misterioso,curioso dei due Pesci

Sarà cosi che và l’eternità ed alle stelle sempre l’uomo chiederà:

Chi sono Io?

Esiste un Dio?

Così per sempre in alto ci sarà

lo Zodiaco

 

 

 

                                                                                              Testo tratto da Zodiaco

                                                                                     Cantautore: Francesco Alessandro

CD “I Cancelli del Cielo”

Edito da Ricordi

Italy

Nota:

(Il Brano e’stato eseguito dal vivo dall’autore

al Maurizio Costanzo Show)

 


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Ricerca & Scienza

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.