0

Perché il caffè riduce il rischio di diabete di tipo 2

caffè riduce rischio di contrarre diabete di tipo2

Il diabete di tipo 2 riduce il rischio di contrarre il diabete.

Perché i grandi bevitori di caffè  hanno un rischio minore di sviluppare il diabete di tipo 2, una malattia in aumento in tutto il mondo che può portare a gravi problemi di salute? Gli scienziati stanno cercando di offrire una nuova soluzione a questo annoso mistero in un rapporto nel ACS’ Journal of Agricultural & Food Chemistry.

Ling Zheng, Kun Huang e colleghi spiegano che alcuni studi precedenti hanno dimostrato che i bevitori di caffè hanno un rischio minore di sviluppare il diabete di tipo 2, che rappresenta il 90-95 per cento dei casi di diabete nel mondo. Questi studi dimostrano che le persone che bevono quattro o più tazze di caffè ogni giorno hanno un rischio del 50 per cento più basso di avere il diabete di tipo 2.

E ogni ulteriore tazzina di caffè apporta  una diminuzione del rischio di quasi il 7 per cento. Gli scienziati hanno coinvolto il ripiegamento anomalo di una sostanza chiamata hIAPP che causerebbe il diabete di tipo 2, e alcuni sono alla ricerca di modi per bloccare il processo.

Zheng e Huang hanno deciso di vedere se gli effetti benefici del caffè potrebbero essere dovuti alle sostanze che bloccano hIAPP. Infatti, hanno individuato due categorie di composti nel caffè che hanno inibito significativamente hIAPP. Essi suggeriscono che questo effetto spiega perché i bevitori di caffè mostrano un minor rischio di sviluppare il diabete. “Un effetto benefico può quindi essere previsto anche per i normali bevitori di caffè”, concludono i ricercatori.


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Salute, Salute & Medicina

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.