0

La dieta dell’Epifania, che i kg di troppo porta via

dieta-epifania

Le feste stanno volgendo al termine, e secondo i dati elaborati dalla Coldiretti, gli italiani durante queste due settimane di Natale, sono ingrassati, assumendo circa 15-20mila calorie in più rispetto al fabbisogno quotidiano.

I cenoni sono decisamente stati extra-large, con un consumo nazionale complessivo di 20mila tonnellate di pasta, 100 milioni di chili tra pandori e panettoni, 6,5 milioni di chili tra cotechini, zamponi, frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci. Per i brindisi vari sono state stappate 80 milioni di bottiglie di spumante, e gli italiani si sono trovati ad aver speso in totale quasi 4,2 miliardi di euro. Alla faccia della crisi.

Ma non solo: come souvenir dei momenti passati in compagnia a mangiare e bere, si sono ritrovati con 2 kg in più. Una stima per niente incoraggiante, che ha spinto l’associazione degli agricoltori a consigliare alcuni trucchi per riuscire a smaltire in breve tempo i kg in più senza dover ricorrere al rimedio estremo, che consiste nel saltare dei pasti.

Questo rimedio, infatti, a lungo andare, rischierebbe di diventare dannoso per il nostro organismo. Inoltre, una dieta corretta è sempre fatta con equilibrio, in modo che le rinunce ai dolci e agli altri peccati di gola risultino meno difficili. Così facendo sarà più semplice riuscire a resistere alle tentazioni e ad orientarsi verso altri cibi più genuini.

L’arma migliore per combattere i grassi, secondo la Coldiretti, è ricorrere a due alimenti a basso contenuto calorico: la frutta e la verdura, in particolare arance, mele, pere e kiwi, spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote.

“Nella dieta non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie)- spiega l’organizzazione degli agricoltori- perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali ma sono anche una notevole fonte di carboidrati a lento assorbimento, che forniscono energia che aiuta a combattere il freddo”.

Il nostro suggerimento è di seguire una dieta quanto più varia, ricca in cereali, legumi, frutta e verdura, di bere molta acqua e sopratutto di trovare, dopo questa pausa natalizia, l’energia per praticare attività fisica.

Krizia Ribotta
5 gennaio 2013


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Salute, Salute & Medicina

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.