0

Fave: contro cancro e pressione alta

Quanto una corretta dieta sia fondamentale nella prevenzione delle patologie è ormai un dato scientificamente provato. Tuttavia un nuovo studio condotto dalla CSU (Charles Sturt University in Australia) porta nuove informazioni sulle fave, legume di fondamentale importanza, noto per l’alta concentrazione di vitamine, fibre, ferro e, naturalmente, proteine.

Secondo lo studio un costante apporto di questo legume non dovrebbe mai mancare nei nostri piatti. I  fagioli di fava di tipo Nura e Rossa, sono infatti attivi nei riguardi di ben cinque linee di cellule cancerose.

Pubblicato sul British Journal of Nutrition e accuratamente spiegato dal team lo studio ha dimostrato la sua efficacia nella prevenzione contro il cancro e l’alta pressione: “La ricerca si è basata sulla conoscenza delle proprietà antiossidanti, che sono potenzialmente legate a quelle anticancerogene. Abbiamo quindi provato ad identificare il nesso, a cercarne le connessioni. I risultati? Sorprendenti!

Ed infatti lo studio ha dimostrato come, ancora una volta, i cibi di origine vegetale, oltre che distinguersi per la loro completezza, sono in grado di migliorare le prestazioni fisiologiche sotto ogni aspetto. Nella fattispecie la presenza dei composti fenolici – responsabili principali delle funzioni metaboliche, del colore e dei meccanismi che concorrono alla difesa da parte di parassiti ed insetti nella pianta – inciderebbe nei riguardi di cancro e pressione alta positivamente.

La ricerca si svolta analizzando in laboratorio cinque tipi di tumore nell’uomo. Sono stati presi in considerazione tumori presenti nello stomaco, nel colon, nella vescica, nel fegato ed una leucemia promielocitica acuta. In meno di 24 ore è stata osservata una riduzione notevole nei processi di moltiplicazione delle cellule tumorali di stomaco, colon, vescica e fegato grazie all’applicazione dei composti fenolici delle fave.

La notizia non è nuova, l’applicazione sì
Come accennato all’inizio quanto una dieta influisca in ambito patologico è stato evidenziato da più di 100 anni. Giorno su giorno nuovi studi e nuove ricerche dimostrano come una dieta vegan apporti un cambio radicale al benessere dell’uomo.

Indipendentemente dalla dieta le fave restano un nutriente fondamentale. Per chi fa sport – per i sali minerali – per chi vuole depurare l’organismo – grazie alle fibre che assorbono ed eliminano così le tossine, per coloro che sono affetti da anemia e per tutti coloro che vogliono seguire una dieta di tipo dimagrante.

23 ottobre 2012


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Salute, Salute & Medicina

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2017 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.