5

Il mio amato brontosauro. Vecchie ossa e nuova scienza. Brian Switek. Ed. Codice

Switek_RGBIl saggio “My Beloved Brontosaurus” del divulgatore americano Brian Switek è da oggi tradotto in italiano. Il libro ci accompagna tra le varie ipotesi di estinzione, e fa anche il punto di cosa rappresentino i dinosauri nell’immaginario collettivo.

Le ipotesi sulla fine dell’era dei dinosauri, che il giornalista ha raccolto nel suo saggio, spaziano dalle già note piogge di meteoriti agli scompensi ormonali che avrebbero ridotto la fertilità dei “lucertoloni” del passato, e ricomprendono anche un’intrigante quanto fantasiosa invasione di larve di lepidotteri, che avrebbe provocato un collasso nella catena alimentare. Quest’ultima ipotesi è stata anche oggetto di un articolo di approfondimento sul nostro sito.

Al di là della plausibilità di alcune cause di estinzione proposte, il saggio è un esempio di passione per la scienza, in questo caso la paleontologia, che come sempre per le persone curiose è fonte di ispirazione e gratificazione. Un ottimo esercizio mentale che ci permetterà di visitare i musei di storia naturale, commentare film e documentari sull’argomento, raccontando del passato e del presente di questi incredibili rettili, interessando e affascinando grandi e piccini.

Vi lascio ora ad un brano, tratto dal libro, che dimostra chiaramente l’inesauribile passione dell’autore per i giganti del passato:

“Per molti i dinosauri fanno parte del kitsch infantile o sono semplicemente mostri fantastici. Eppure senza di loro non saremmo quello che siamo. I dinosauri sono icone immediatamente riconoscibili dell’evoluzione e dell’estinzione, creature trionfali ed essenzialmente tragiche che illustrano magnificamente il dualismo contingente della linea della vita. Ci indicano la strada verso il passato e sono messaggeri di quello che ci riserverà il futuro. Sì, abbiamo proprio bisogno dei dinosauri.”

 http://www.scienze-naturali.it/ambiente-natura/nuova-ipotesi-sulla-fine-dei-dinosauri-lestinzione-potrebbe-essere-stata-causata-dagli-insetti

Marco Ferrari
17 luglio 2014

Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Libri

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

5 commenti a "Il mio amato brontosauro. Vecchie ossa e nuova scienza. Brian Switek. Ed. Codice"

  1. zil ha detto:

    Sapevate che la banana potrebbe essere a rischio estinzione? Su Focus il racconto dei tentativi dei ricercatori per salvare un frutto che fa circolare nel mondo, in un anno, 7 miliardi di dollari

  2. silvano ha detto:

    che la terra che conosciamo da molto tempo he perche cotgniamo ha quinare il nostro pianeta he
    quando rimane da vivere che andiamo avanti cosi

  3. silvano ha detto:

    che la terra che conosciamo da molto tempo he perche cotgniamo ha quinare il nostro pianeta he
    quando rimane da vivere che andiamo avanti cosi
    che la terra ha 4,5 migliadi di anni e marte qunte anni ha?

  4. TittiC80 ha detto:

    Da anni era noto che alcuni generi di rettili, tra cui soprattutto dinosauri, fossero sopravvissuti per un lungo periodo alla fase critica determinata dall’impatto del famoso meteorite, alcune ricerche che avvaloravano ciò avevano individuato degli esemplari a ridosso dell’Antartide.

    Ma adesso è pressoché certo che gli uccelli si siano evoluti dal gruppo dei Terapodi Celurosaudi (o simile) e quindi è ipotizzabile che diverse famiglie siano riuscite non solo a sopravvivere ma soprattutto ad evolversi- sebbene fosse una diversificazione già in atto.

    Quanto può aver influenzato tutto ciò la nostra concezione sull’estinzione dei dinosauri? E’ il caso di rivedere tutte le ipotesi?

    • TittiC80 ha detto:

      Mi spiego meglio: l’evoluzione in uccelli concorre come sinonimo alla capacità di omeotermìa, e se non vado errata uno dei motivi a suffragio del cataclisma dallo spazio era proprio perché i dinosauri fossero invece eterotermi, e non potessero quindi resistere alle nuove condizioni climatiche.

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2014 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.