0

La lunga storia delle formiche come animali sociali

Come gli uomini, anche le formiche hanno costantemente combattuto per cibo e territorio.

formiche-animali-socialiLe formiche hanno iniziato la lotta per la sopravvivenza molto prima che gli esseri umani: almeno 99 milioni di anni fa, secondo Phillip Barden, un esperto di insetti fossili che lavora nell’Insect and Evolution Lab. del  Dipartimento di Scienze Biologiche presso la Rutgers University  di Newark.

“Questa è una caratteristica delle formiche”, spiega Barden. “Molte specie sono costantemente  in guerra sia con altri individui della stessa specie provenienti da diverse colonie o con specie diverse.”

La competizione tra le formiche ha  avuto inizio nel periodo Cretaceo, quando i dinosauri popolavano la Terra; questo è quanto affermato da uno studio pubblicato online sulla rivista Current Biology. Barden, l’autore principale, è collaboratore con il Museo Americano di Storia Naturale di New York City. Il coautore David A. Grimaldi è un curatore al museo e collabora con la Cornell University e la City University di New York.

Le formiche in lotta, incredibilmente intrappolate nell’antica ambra birmana della regione del Myanmar, sono tra i primi insetti antichi noti (Nella foto due formiche in combattimento intrappolate da 99 milioni di anni in ambra birmana. P. Barden).

Afferma Barden “Queste prime formiche appartengono a linee evolutive distinte rispetto alle formiche moderne, cioè non sono necessariamente le antenate dirette delle formiche moderne”. Lo studio fornisce anche una forte evidenza di come gli antichi imenotteri, similmente alle formiche moderne, fossero animali sociali.

“Abbiamo un pezzo di ambra con ben 21 formiche operaie intrappolate, e questo è significativo riguardo quel periodo, in quanto le formiche sono molto rare da trovare in fossili. Esse costituiscono meno dell’1 per cento di tutti gli insetti in ambra”, e continua “Quindi, trovare oltre venti esemplari in un unico pezzo è altamente indicativo di un comportamento sociale.”

Oggi, gli scienziati hanno descritto 13.000 specie di formiche viventi ma alcuni ricercatori ritengono che le specie esistenti siano almeno il doppio. Gli scienziati ipotizzano che alcune delle formiche di oggi possano essere legate evolutivamente a quelle che hanno vissuto 99 milioni di anni fa anche se al momento mancano le prove.

Il comportamento sociale delle formiche potrebbe essere quindi  uno dei motivi che ne hanno decretato il successo in termini evolutivi. La strategia è quella numerica, che evita la competizione di  un singolo individuo, facendola invece come colonia di decine di migliaia di soggetti, e la maggior parte di essi non si riproducono affatto. Il tutto è gestito da un controllo ormonale da parte della regina (la femmina fertile) che mantiene quindi il controllo di questo super-organismo.

Lo studio documenta anche caratteristiche anatomiche particolari, nelle cosiddette “formiche Hell”.

“In realtà avevano un apparato boccale comprendente una sorta di  mascelle a forma di zanna che pensiamo possano essere  state utilizzate per impalare la preda”, ha detto Barden.

“Nonostante il loro comportamento sociale e le temibili mascelle  le formiche di 99 milioni di anni fa si sono estinte e non conosciamo il motivo. Immaginiamo che probabilmente si estinsero a causa del clima”.

In uno studio separato pubblicato su Current Biology, diversi scienziati, tra cui Barden, descrivono anche il ritrovamento di esemplari di termiti di ben 100 milioni di anni di età; ad oggi gli esemplari fossili più antichi datavano tra i 17 e 20 milioni di anni.

Gli scienziati hanno individuato sei specie di termiti in ambra birmana, tra cui una nuova specie (Krishnatermes yoddha). Un’altra nuova specie comprende uno dei più grandi  esemplari di termite soldato. Il suo nome è Gigantotermes rex.

“Fondamentalmente nello stesso deposito, abbiamo trovato prove di colonie sociali di  termiti e pensiamo che le termiti fossero anche le prime società di insetti”, ha detto Barden e conclude “Pensiamo quindi che  formiche e  termiti abbiano combattuto costantemente nel corso degli ultimi 100 milioni di anni”.

Fonte: Rutgers State University

Marco Ferrari


Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Live
  • Google Buzz
Aggiunto in: Entomologia

Articoli recenti

Bookmark and Promote!

Commenta

Puoi commentare più in fretta utilizzando gli account dei social network più famosi!

Facebook
Google
Twitter

Invia commento

© 2016 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.