Alzheimer: 600mila solo in Italia

Cerebro_corte_frontal_Alzheimer

Sempre più malati di Alzheimer in Italia. E sempre più cure casalinghe. A dirlo sono i dati del Censis, raccolti in collaborazione con l’Associazione Italiana Malattia di Alzheimer. Dei 600.000… Continua »

Bentornato pomodoro “Varrone”

pianta

OGM sì. OGM no. Il grande dilemma che fa pendere la bilancia verso pareri negativi. Spessissimo, infatti, il sentire comune si oppone all’utilizzo di questi organismi, confermando posizioni non supportate… Continua »

In evidenza:

Super batteri vs antibiotici: 1 a 0

Super batteri vs antibiotici: 1 a 0

I super batteri protagonisti di un film di successo? Sarebbe possibilissimo nell’industria cinematografica di Hollywood: il cattivo venuto a minacciare la sicurezza dell’umanità; quest’ultima capace di salvare in qualche modo… Continua »

Il passaggio degli anticorpi ai tessuti nervosi ed il ruolo dei linfociti T CD4 helper

Il passaggio degli anticorpi ai tessuti nervosi ed il ruolo dei linfociti T CD4 helper

Immaginate il sistema immunitario come una grande metropoli all’interno della quale ogni elemento è chiamato a svolgere il suo compito per mantenere lo status quo della società o favorirne il… Continua »

Nel passato della Terra i vulcani condizionarono le variazioni del clima

Nel passato della Terra i vulcani condizionarono le variazioni del clima

Secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Science, l’attività vulcanica associata al movimento delle placche tettoniche continentali potrebbe essere responsabile dell’alternanza di cambiamenti climatici molto caldi e molto freddi, sia… Continua »

Cura dell’alopecia femminile:  partire dalle cause per arrivare alle soluzioni più adatte

Cura dell’alopecia femminile: partire dalle cause per arrivare alle soluzioni più adatte

La calvizie femminile, o alopecia androgenetica femminile, è un problema di enorme rilievo per molte donne. Cosa fare allora quando i fluenti capelli di un tempo cominciano a sfibrarsi, assottigliarsi… Continua »

La separazione tra linee evolutive umane e scimmiesche risale a 8 milioni di anni fa

La separazione tra linee evolutive umane e scimmiesche risale a 8 milioni di anni fa

Un recente articolo sulla rivista Nature ipotizza che un antenato comune delle scimmie e degli esseri umani, il Chorapithecus abyssinicus abyssinicus, si sia evoluto in Africa due milioni di anni… Continua »

© 2016 Scienze Naturali. Tutti i diritti riservati.
Tema a cura di Scienze Naturali.